Darwinismo in crisi. Articolo sul Timone

4

Pubblicato sul mensile “il Timone”  un articolo sulla crisi del darwinismo.

 

 Il mensile “il Timone” nel numero Luglio/Agosto 2013 – n. 125 ha ospitato nelle sua pagine un articolo sulla crisi del darwinismo.

Due pagine con i principali punti su cui la teoria neo-darwiniana dovrà rispondere e che la stanno conducendo verso   una crisi definitiva.

Il lavoro iniziato con CS trova nuovi spazi per informare sulle tematiche legate alla teoria neo-darwinista e al darwinismo sociale, ma anche sull’impiego della scienza in generale come legittimazione di visioni ideologizzate.

.

.

.

Share.

About Author

4 commenti

  1. Complimenti, professore!
    Benvenuto nella grande famiglia del Timone.
    Attendo con viva curiosità l’arrivo del prossimo numero.

  2. A proposito dei problemi più “piccoli” (come la menopausa) contro cui si imbatte il neodarwinismo, siccome ho scoperto che già C.Darwin (ma non solo lui) si occupò dell’interpretazione evolutiva del solletico

    http://it.wikipedia.org/wiki/Solletico#Aspetti_evolutivi_e_comportamentali_del_solletico

    cosa sapete dirmi a proposito delle idee della “scienza ufficiale” e delle “vostre” (Pennetta, Leonetto…)?
    Come è nata questa forma blanda di dolore?
    Può essere stato il solito nucleotide fuori posto?
    Solo i primati ne soffrono, è segno di maggiore complessità e/o di discendenza da un antenato comune?
    Rientra nei caratteri diffusi in tutta la popolazione?

    • E’ un argomento da Focus ,precisamente del D&R 😀
      o da la posta di Topolino..uno dei due..
      No sbagliavo..in Focus Junior..ci son andato vicino(non ho resistito ho controllato)
      http://books.google.it/books/about/Focus_junior_risponde_Perch%C3%A9_i_pesci_no.html?id=8BjCSAAACAAJ&redir_esc=y
      Ormai le ‘perle’ da Focus le riconosco..son peggio di Battista..
      http://www.focusjunior.it/Cose_curiose/Focus_Junior_risponde/2007/maggio/Perch_viene_il_solletico.aspx

      Le ‘teorie’,neodarwiniane, vanno dal difetto di progettazione(della serie con noi la natura non ha fatto un buon lavoro) ad una forma ‘simpatica’ di difesa dell’organismo ad un qualcosa legato alla sfera sessuale ad altro..

      Se non che il solletico ha molte varianti,chi soffre anche il sollecito fattosi da solo,chi ride prima di essere toccato,chi non lo soffre,chi prova eccittazione ricevendolo, etc..variabilità di reazioni agli stimoli che può determinare un fattore personale del singolo.
      Inoltre è possibile per alcuni ad arrivare a non soffrirlo più.

      E’ un qualcosa che va ad interessare comunque più psicologi che biologi o neuroscienziati…e,l’ufficiale sentenza medica ,se non erro,dovrebbe comunque essere che il solletico è una sensazione tattile di natura non completamente conosciuta con speciali caratteri soggettivi.

      C’è infatti chi dice che è un qualcosa che rimane dall’infanzia,dai primi anni,si è sensibili e per gioco o per caso si riceve il solletico e questa cosa rimane poi anche in adolescenza ,età adulta etc..

      Qui puoi trovare uno stralcio del solletico nella psicoanalisi(prettamente di stampo Freudiano)
      http://solletico.forumfree.it/?t=15158095