Sars-Cov-2: perché può essere artificiale

9

L’origine del Covid19 è stata dimostrata naturale, così viene detto, ma nessuno può dimostrarlo, in che modo sarebbe possibile?

Di sicuro nessuno può avanzare sospetti sull’ingegnerizzazione che si rivela un argomento tabù ma a ben vedere è tecnicamente possibile che possa essere così.

Resta da capire perché tanta resistenza verso questa ipotesi.

Share.

About Author

Laureato in Biologia e in Farmacia, docente di scienze naturali Nel 2011 ha pubblicato "Inchiesta sul darwinismo", nel 2016 "L'ultimo uomo" e nel 2020 "Il Quarto Dominio".

9 commenti

  1. Anche il documento della John Hopkins Bloomberg school, parlava (già a settembre 2019) della possibilità di rilascio “intenzionale” precisando che il “vantaggio” di questa ipotesi sarebbe stato quello della possibilità di un reload atto a rafforzare l’effetto pandemico dove desiderato. Questo spiegherebbe l’altrimenti inspiegabile differenza di incidenza in alcune zone (es. Lombardia) rispetto ad altre.

  2. Grazie, Anonimo, il documento è interessante, in quanto rilasciato da un Ente di prestigio, ma non risponde alla specificità di questo virus. Tale documento, infatti, tratta dell’ipotesi pandemica di un agente patogeno “ad alto impatto respiratorio”, ma questo non è il caso del Covid 19, almeno per la versione storica che abbiamo conosciuto. L’impatto respiratorio del Covid 19, infatti, è stato secondario al marchiano errore di diagnosi (con conseguente e devastante errore di terapia), causato da due fattori:
    1°, aver del tutto supinamente ed acriticamente assunto i protocolli dell’OMS, che, malgrado il nome altisonante ed autoritario, è un’associazione privata, finanziata da privati (in testa Bill Gates), che persegue gli interessi, privati e venali, di chi la mantiene.
    2°, come conseguenza, aver adottato l’errata terapia della ventilazione, che, anziché salvare, ha accelerato la morte di migliaia di persone.
    Pertanto, il documento in questione non tratta lo specifico storico e clinico del Covid 19, ma quello generale di agenti del tipo “high-impact respiratory pathogens”.
    P.s.
    Per inciso, il primo e più generale dei protocolli, presso il semplice sospetto di principio epidemico, è l’IMMEDIATA autopsia dei cadaveri. L’OMS la vietò (con quale autorità chiedo ai coviddari???) e il Governo italiano con rettitudine angolare (90, esattamente), si adeguò. Conseguenza, migliaia e migliaia di morti che mai troveranno giustizia, in questo mondo.
    Ma senza quei morti, e senza il folle (ma invero razionalissimo) divieto di autopsie, non ci sarebbe potuta essere la macabra parata delle bare di Bergamo. A proposito, chiedo ai coviddari, da quando un virus rimane attivo dopom la morte della cellula ospite? E quindi, a che serviva lo scempio di cadavere, se non alla diffusione del terror panico?
    E allora, col terror panico a reti unificate, il bue teledipendente, e tutti coloro che nei decenni sono stati programmati alla sottomissione, hanno accettato la reclusione. Ringraziando persino carcerieri e boia.
    Adesso ci riproveranno, anzi ci stanno già provando. Da mezzanotte museruola per tutti, appena fuori casa.
    In attesa del nuovo virus (già pronto e scalpitante), che imporrà a tutti il burka.
    Sono in conflitto con la mia Fede; vedo in questa umanità sottomessa e belante la scimmia, la contraffazione di ciò che una volta fu l’essere umano. E ringraziano pure!
    Non so cosa potranno fare i pochissimi che resistono.
    Grazie, comunque, ad Enzo, per rendere possibili queste righe.

    • E’ vero che il documento non tratta la specificità tipica del covid 19. Del resto, se lo avesse fatto, sarebbe ancora più spaventoso, visto che è stato pubblicato a settembre 2019, quando ufficialmente almeno non si conosceva neanche l’esistenza di questo nuovo virus. D’altra parte, circa un mese dopo si è svolta a New York un’altra esercitazione promossa dallo stesso ente e da altri, in cui i particolari almeno quelli sociologici e “narrativi di ciò che abbiamo visto: dalla pretesa origine dal pipistrello (qui immaginata veicolata poi dai maiali), al passaggio in Cina, al doppio binario sintomatici/asintomatici, al collasso delle terapie intensive, sono stati descritti con una grande dovizia di particolari. Vi è anche un documento specifico sulle Fake news. Per un virus allora dichiaratamente solo “immaginario”, non mi sembra male…

      https://www.centerforhealthsecurity.org/event201/resources

      • Sul fatto che questo sia un virus molto intelligente, non ho dubbi dal giorno in cui furono proibite le autopsie.
        Il testo da lei pubblicato mi pare un classico rapporto (oggi si direbbe “report”) di Intelligenge; il dico non dico, mostro nascondo, riporto ma non mi pronuncio, ne denotano l’origine.
        Come che sia, a pochi davvero è mai venuta la domanda giusta: perchè i Governi spendono vagonate dei nostri soldi in esperimenti sui virus?
        Lo so, sembra una domanda ingenua, persino buffa; eppure i risutati di una mancata risposta non sono nè ingenui nè buffi. Qui ci stanno ammazzando, se vedo bene.

  3. La prima caratteristica di ogni virus e di essere invisibile, se non attraverso la tecnologia. Però i virus di cui avevo finora sentito parlare io (che non sono un esperto), o davano prima o poi dei sintomi, oppure non erano particolarmente pericolosi, oppure ancora, se non davano più sintomi comportavano un’immunizzazione. Questo virus ha la caratteristica, almeno secondo una certa narrazione, di potere non dare dei sintomi, essere sempre infettivo ed essere sempre pericoloso. Quindi chiunque che non passi al vaglio della tecnologia, diventa un potenziale untore. Il risultato è che la sfera di irrilevanza di ciò che è privato, che è anche la sfera in cui non risulta legittima l’intromissione pubblica, si sposta improvvisamente verso l’interiorità della vita (sociale, familiare, religiosa, persino biologica.); l’intermediazione tecnologica nei rapporti umani e vitali che era già pervasiva, diviene onnipervadente ed il controllo del “capitalismo della sorveglianza” (S. Zubof) pure…
    E poi ogni controllo, ogni intervento per regolare/controllare la salute, come ad es. un vaccino, richiede a sua volta i suoi richiami, i suoi controlli, le sue dipendenze. E’ un meccanismo che si autoalimenta. Dal punto di vista di qualcuno: un capolavoro!

    • @Anonimo,
      sottoscrivo, il vayrus è lo strumento di dominazione perfetto, con le prestazioni giuste, utilizzato al momento giusto, avendo dalla propria il blocco di Potere più compatto e pervasivo della Storia, che domina la totalità dell’infomazione che forma l’uomo massa; che poi è un ossimoro giacché umano e massa si elidono.
      Io comprendo, almeno credo, ciò che muove le élites, è una forma di psicopatia, di dipendeza drogastica dal potere, una bulimia patologica di dominio.
      Comprendo pure i collaborazionisti ed i venduti; ossia, tutti gli esponenti del Governo e la (quasi) totalità dell’informazione. Semplicemente, sono banditi di minimo cabotaggio, corpi vuoti, anime assenti. E tuttavia c’è ancora una ratio, che è quella del lestofante.
      Ma i coviddari che li sostengono dal “basso” mi tornano incomprensibili. Stupidità allo stato primordiale, capacità critica – 1000; ma anche la sinistra e strisciante presenza dell’oikofofia, quella forma liminale di follia che è l’odio di sè.
      Ebbene, tutto ciò necessariamente finirà; ma non prima di una devastazione inimmaginabile (salvo intervento Divino). Ricordo, da giovane l’Urss; sembrava dovesse essere eterna nei millenni; poi, in poco tempo, si sbriciolò. Ma c’è una diffefenza con l’oggi: allora, il popolo non era stato ancora trascinato giù nei pantani della massificazione; oggi, chi sostiene il Sistema attuale, sia o meno in buona fede, ha superato la linea di non ritorno dal non umano.
      Per non vedere che oggi domina l’antiumano, bisogna essere perduti.

  4. Rag. Giovanni Diabolik on

    Improbabile non vuol certo dire impossibile, tutt’altro.
    Il punto piuttosto è un’altro, proprio il fuoco di sbarramento (che spesso sfocia in attacchi personali) nei confronti di chi sostiene l’ipotesi di manipolazione genetica, come ha detto lei Prof. Pennetta,
    E chi ha un minimo di conoscenza dell’evoluzione del pensiero scientifico, sa benissimo che questo si è sempre svolto attraverso dibattiti, confronti ed anche scontri… ma mai con vere e proprie operazioni di cover up come questa; soprattutto quando si parla di scoperte/teorie decisamente nuove come lo è il SARS COV-2.
    Il mio campo è l’elettronica ed informatica, per cui non ho nessuna competenza in materia…. ma questo feroce debunking lo trovo decisamente sospetto.
    Sarà la mia deviata mentalità complottista…. ma non riesco a staccarmi da questi pensieri.