SAPIENS^3

24

I video del convegno del 3-4 luglio 2021 a Nemi

Grazie a Byoblu sono disponibili i video del convegno di Nemi, riporto qui i link nell’ordine in cui gli interventi stessi si sono succeduti.

PRIMA GIORNATA

Primo incontro:
ULTIMO ATTO: DOPO LA MORTE DI DIO E DELLE IDEOLOGIE C’È LA FINE DELL’UOMO – Pennetta, Scapellato, Fusaro.

.

.

Secondo incontro:
LA RIVOLUZIONE ANTROPOLOGICA (DEL ’68) E LA GESTIONE TECNOCRATICA DEL POTERE – Mario Arturo Iannaccone e Barbara Tampieri.

.

.

Terzo incontro:
LA RICERCA DI UNA CURA PER LA MALATTIA DEL NOSTRO MONDO – Francesco Borgonovo

.

.

Quarto incontro:
LA SCIENZA COME “INSTRUMENTUM REGNI”: DALLA NUOVA ATLANTIDE AL CTS – Enzo Pennetta, Massimo Piattelli Palmarini.

.

.

Quinto incontro:
IL RUOLO DELLA PSICOLOGIA NELLA COSTRUZIONE DELL’UOMO NUOVO – Roberto Marchesini, Barbara Tampieri.

.

.

SECONDA GIORNATA

Primo incontro:
LA CATASTROFE INFORMATIVA: DAL MODELLO LIBERALE AL LIBERISMO DELL’OPPRESSIONE – Tampieri, Iannaccone

.

.

Secondo incontro:
GIOVANI “TERMINALI”: UNA GENERAZIONE TELECOMANDATA E GENETICAMENTE MODIFICATA – Elisabetta Frezza.

.

.

Terzo incontro:
QUALI RIFERIMENTI ANTROPOLOGICI PER I PARTITI DI OGGI? – Alberto Bagnai.

.

.

Quarto incontro:
RIPARTIRE DALLE FONDAMENTA: L’UOMO COME ENTITÀ DI NATURA Paolo Scapellato

.

.

Quinto incontro:
IL PARADIGMA DEL QUARTO DOMINIO – Enzo Pennetta

.

Abbiamo anche deciso di riportare gli interventi in una pubblicazione alla quale stiamo lavorando e che proporremo appena possibile.

Share.

About Author

Laureato in Biologia e in Farmacia, docente di scienze naturali Nel 2011 ha pubblicato "Inchiesta sul darwinismo", nel 2016 "L'ultimo uomo" e nel 2020 "Il Quarto Dominio".

24 commenti

  1. valentino zoldan on

    Caro Enzo, non finirò mai di ringraziarti per ciò che hai fatto.
    Immagino non sia stato facile e ti sia costato molta fatica, goditi il meritato riposo del guerriero.
    Che ne dici di riportare al centro CS indirizzando l’auspicabile dibattito sulle problematiche aperte nel convegno?
    Rivitalizziamo CS che ultimamente mi sembra un po’ tendente alla letargia.

    • Enzo Pennetta on

      Carissimo Valentino, amico della prima ora qui su CS, è stato bello conoscerti di persona in un momento che era anche un salto di livello di quello che il sito è stato fin dall’inizio.
      La fatica è stata tanta ma la maggior parte è dipesa dagli ostacoli che sono stati gettati sulla strada di chiunque voglia organizzare qualcosa di fisico in questo momento, ma anche sulla rete non va molto meglio.
      Piacerebbe anche a me se CS potesse essere più attivo ma nonostante i miei inviti nel tempo i vari collaboratori non hanno voluto o potuto dedicarci il tempo necessario, io sono uno solo e oltre al sito le cose da fare sono aumentate, non a caso sotto convegno gli aggiornamenti sono stati fermi un mese.
      Sto riprendendo a scrivere oltre a fare i video ma il tempo necessario a documentarsi ed elaborare i contenuti è tanto.
      Voglio organizzare altre iniziative, farò e faremo il possibile.

  2. Tutto molto interessante, un sincero grazie a te Enzo, per l’immane sforzo di nuotare controcorrente in un fiume di nefandezze innominabili, alla ricerca di un approdo per un umano che tale sia integralmente.
    Non posso trattenere una nota fortemente interrogativa per la presenza di Alberto Bagnai, che fu uno di quelli da cui appresi le fondamenta di una materia lontana dalle mie, l’economia, e di cui ebbi stima. La presenza sua, di Borghi e di pochi altri, nella stessa compagine governativa in cui seggono Zan, Draghi, Cirinnà, Speranza, ed altri innominabili, mi rimane oscuramente incomprensibile. Magari altri la comprendono, io no.
    Grazie, Enzo, per l’impegno.

    • Enzo Pennetta on

      Ciao Francesco, nuotare contro corrente in un fiume di sporcizia è sempre più difficile ma non conosciamo alternative.
      Riguardo Bagnai come saprai lui e altri si oppongono al DDL Zan e francamente stando al governo possono essere ascoltati molto di più di quando erano all’opposizione, lo stesso vale per la sua presenza nella Commissione Segre dove il reato d’odio rischia di diventare una censura feroce, preferisco che lì dentro ci sia lui.
      Borghi poi sta lottando come un leone sull’obbligo vaccinale e sulle restrizioni, anche in questo caso preferisco che ci sia lui.
      A parte questo Bagnai è un fine intellettuale e il suo contributo è comunque interessante, anche per gli avversari e come tale è stato invitato ad intervenire al convegno.
      Grazie a te per il tuo contributo.

      • La ringrazio Prof. Pennetta….
        La domanda qua sopra rivoltale da @FrancescoM alla fine è un po’ anche la mia.

      • Sono contenta per questa nota di chiarezza, a cui mi associo. I tempi non sono dei migliori ed è importante che certi luoghi siano presidiati da chi ci si fida anche se non potranno fare moltissimo, piuttosto di saperli all’opposizione, candidi per non essersi “macchiati”, ma senza poter svolgere un utile ruolo di testimonianza (dall’esterno all’interno delle istituzioni e viceversa).

        • In passato questi ex puri della politica avrebbero detto peste e corna di chi si assimilava al potere come fanno oggi loro… Sono riusciti a sdoganare di essere garanti del popolo dai tavoli di potere sottoscrivendo praticamente tutto quello che il potere decide. Draghi è il guru da seguire e i brontolii di pancia, le sparate sui social, i loro cinguettii non fanno altro che rendere patetico il ruolo che oggi incarnano. A ma fa piacere che facciano queste figure da pellegrini, che testimoniano quel che sono realmente. Mi tocca addirittura dar ragione a Francescom su questa alleanza col carnefice che rende l’idea.

        • “ed è importante che certi luoghi siano presidiati da chi ci si fida anche se non potranno fare moltissimo, ”

          Ieri è passato il GP, con il beneplacito di quelli dei quali ti fidi.
          Non per scrivere stupide polemiche, ma a me sembra che costoro più che continuare a Tweettare contro certi provvedimenti non sanno far altro.

          • Burioni Roberto propone una colletta per pagare ai novax gli abbonamenti Netflix per quando dal 5 Agosto saranno agli arresti domicialiari chiusi in casa come dei sorci.

            https://twitter.com/RobertoBurioni/status/1418332194578309120

            Io propongo un raccolta firme per nominare Burioni Roberto (e tutti i coviddari della sua risma) il porco dell’anno.

            Draghi Mario ha dichiarato:
            “L’appello a non vaccinarsi è un appello a morire, o a fare morire gli altri”.

            Bene, da oggi, forte delle prove sul campo del Nazismo e del Comunismo, sintesi di entrambi, col suo vero volto si è instaurato il Capitalismo perfetto; ossia il Regime dell’Anticristo.
            Stavolta mi sono sbagliato per difetto, avevo previsto qualcosa di simile per l’Autunno-Inverno. Hanno anticipato i tempi.
            Rimane certo che per l’Autunno-Inverno le truppe dell’antiumano si scateneranno.

  3. Grazie della risposta, Enzo.
    Come vedi, pur essendo poco portato all’uso liquoroso di eufemismi, e chiamando sempre le cose coi loro duri nomi, mi sono guardato dal qualificare negativamente Bagnai, Borghi e pochi altri di buona stoffa come loro.
    Conosco l’argomento sedondo cui la Lega (che sostenni quando era “no Euro”) starebbe al governo per limitare i danni, non convince e non persuade. Sarebbe come dire “mi alleo col carnefice, così anziché farti fare a pezzi, io limito il danno, e ti rompono solo le ossa, ma almeno ti lasciano intero”.
    Qualcuno crede abbia senso? La sola, remota possibilità è che qualcuno nella Lega, certamente non Salvini, abbia concepito e stia tessendo una strategia di sottigliezza tale da dover necessariamente essere tenuta segreta. Non è impossibile, ma mi sembra estremamente improbabile.
    D’altro canto, e non è certo per sentimentalismo, non mi riesce di credere che persone come queste di cui parliamo si siano vendute. Per tale ragione, come ho scritto, la loro condotta mi rimane oscuramente incomprensibile.
    Grazie a te, ancora, per rendere possibile questo spazio.

    • Rosa: “invece se fossero stati all’opposizione il GP non sarebbe passato”.

      Questo enunciato squaderna una nuova frontiera della logica: “Se A, allora B; se non A, allora (sempre) B”. Tradotto, irrilevanti all’opposizione, irrilevanti al Governo.
      In Italia non esiste alcuna opposizione parlamentare, persino la Meloni è la quinta colonna del Potere mondialista. La sola opposizione sta in una porzione irriducibile di popolazione che oggi è rappresentata (con una certa approssimazione) dal neo partito “Ancora Italia”, almeno stando al programma. Mi sembra che anche Enzo Pennetta la pensi così; se non è convinta, gentile Signora, ne parli con lui. Ovviamente, non posso, e nessuno può dire, cosa faranno una volta nelle stanze del Potere, sempre che ci arrivino. Ma che Salvini (che ho conosciuto e sostenuto) abbia tradito i suoi elettori e il suo programma è INCONFUTABILE!!! A partire dal “No euro”.
      Ci fosse una vera opposizione (sempre che le parole abbiano ancora un senso) vicina la popolo, le piazze ribollirebbero. Io vedo calma piatta.

      • Sono perfettamente d’accordo con lei, l’opposizione no c’è più, manco quella della Meloni. Solo ipotizzare questo stato delle cose sarebbe stato impossibile, ci troviamo come in una sorta di mondo parallelo con tutti al Governo ma con uno solo che comanda. Draghi era avvezzo a fare il banchiere e ora rivela tutta la sua inadeguatezza nel ruolo istituzionale più importante, anche solo a valutare le dichiarazioni farlocche riguardo alle conseguenze di una mancata vaccinazione… Caro Draghi, i vaccini funzionano ma non è che uno non vaccinato automaticamente muore.

      • Secondo me, chi ha visto in queste parole di Draghi Mario un principio di demenza senile ha sbagliato di grosso.
        “L’appello a non vaccinarsi è un appello a morire, o a fare morire gli altri”.
        Nessuna voce dal sen fuggita. Draghi è un caporale serio, conosce il suo lavoro, è tanto tetro, quanto professionale.
        Lo stesso vale per il foglio post nazista, “La Repubblica” (cui tutti scimmiottandosi l’un l’altro decapitano l’articolo). Se il giornale nazi titola “Aperta la caccia ai novax”, la notizia deve essere presa sul serio.
        Leggete qui:
        https://www.liberoquotidiano.it/news/esteri/28064719/variante-delta-cosa-succede-ospedali-sconvolgente-rivelazione-dottoressa-prima-essere-intubati.html

        E’ già a buon punto la pianificazione di quanto accadrà in Autunno-Inverno; che, come dal sottoscritto previsto da mesi, vedrà una recludescenza delle “pandemia”.

        1°, il verde passo sarà reso oblligatorio per sempre, ed inasprito. Di fatto, la sopravvivenza fisica per chi non si piegherà alla profanazione del proprio corpo coi farmaci sperimentali diverrà sempre più difficile.
        2°, il clima di odio verso i nuovi dalit, i fuori casta dell’era coviddara si saturerà fino al possibile sorgere di episodi linciaggio.
        3° all’inaspirsi (ovviamente voluto e agognato) della situazione sanitaria è probabile si aggiungano criticità di carattere finanziario.
        4°, nel caso in cui per la Primavera l’intera popolazione non fosse ancora stata ridotta alla condizione di gelatina tremante, sono quasi certe interruzioni della catena alimentare ed energetica.

        Tutto ciò, come ho scritto altre volte, salvo due due imprevedibilità:
        A, un mutare del fronte interno per presa coscienza di una parte degli attuali dormienti (poco probabile);
        B, eventi macropolitici di grandissimo impatto.

        Nessuno vede il futuro, le analisi, per quanto acute ed accurate, lasciano sempre fuori l’imprevedibile. Io spero di sbagliare.

  4. I tempi di Padania libera e ce l’abbiamo duro sono finiti per fortuna, e per i poveri leghisti abbindolati da Pontida è tempo di rendersi conto che hanno creduto alle favole e che la Lega oggi è un partito nazional popolare che per stare al governo è disposto a scendere a patti con chiunque, per il proprio unico bene. Avere il culo al sicuro.

  5. Mi associo ai complimenti dei più, col rammarico di non aver potuto partecipare a un convegno prezioso e prestigioso in un luogo, per giunta, carico di significati e di mito. Mi rimane un dubbio su come fiancheggiare l’indomito Professore , con la speranza di veder spuntare un qualche germe di progettualità dall’intricato e istruttivo cespuglio di analisi e pareri puntualmente riportati su queste pagine digitali. Sarebbe davvero interessante che tanto impegno e passione potessero germogliare in un lavoro collettivo .

    • Enzo Pennetta on

      Grazie Fabio, come dicevo nonostante leggi e provvedimenti repressivi non ci fermeremo qui e ciascuno potrà fare la sua parte.

  6. https://www.youtube.com/watch?v=WnjCEJfw3zY
    Fabrizio Fratus, Enrica Perucchietti e Daniele Trabucco, accompagnati dal sempre affilato Toscano, parlano della dittatura sanitaria in atto. Il fogliaccio del padronato profondo e cattivo, “La Repubblica” degli Elkann-Agnelli, ieri ha titolato: “Caccia ai non vaccinati, sono oltre 17.000.000”. il giornale del coviddaresimo duro e puro ha aperto la stagione venatoria. Da una parte i buoni, saggi, pacati, liberi, consapevoli ed amorevoli coviddari, dall’altra la spregevole ciurma dei cosiddetti (da loro) “no vax”, che loro i saggi, pacati, liberi, consapevoli ed amorevoli coviddari, così definiscono:

    fascisti,
    dementi,
    nazisti,
    negazionisti,
    antisociali,
    untori,
    pazzi,
    stupidi,
    dementi,
    trogloditi,
    epistemophobi o gnosiofobici,
    ignoranti,
    disertori da vaccino,
    scimmie.
    Ecc…

    Apro e chiudo una parentesi, a fronte di tutta questa litania di insulti, io sottoscritto, utilizzo un solo termine, “coviddaro”; eppure, quando così si vede definita, si trova sempre qualche vergine che si straccia le vesti, ed espone con alti lai la ferita ancora bruciante per l’insopportabile onta!!! Questa, si sa è la natura del coviddaro; quando lo fa lui, o i suoi portavoce per lui (vedi elenco parziale precedente), non insulta, bensì “qualifica”; lui non odia, ma è mosso da santa collera per la giustizia vilipesa! E se qualcuno, poco poco, restituisce pan per focaccia, allora la vergine coviddara rischia di affogare nella bile. Io li conosco molto bene costoro, ben da prima che da normali falliti trasmutassero in coviddari. Il coviddaro ha attraversato la Storia, sempre da bravo cittadino ossequioso dei potenti, può persino essere socialmente funzionante in modo perfetto, può svolgere bene la sua professione, fare volontariato, allevare colombi sulla terrazza, e saper preparare i babà.
    Ma è comunque il risultato di una mutazione antropologica, che ne ha fatto un guscio vuoto, un simulacro, un ex umano. Non vale il suo peso, né l’aria che consuma, né lo spazio che abusivamente occupa, è un cadavere che indossa il corpo dell’essere umano che fu.
    Il coviddaro non desta alcun interesse come singolo, come tale è impossibile provare qualcosa per lui, è pura assenza (anche se spesso costoro primeggiano in petulanza, ed eccellono nella provocazione); ma in branco il coviddaro è pericolosissimo, giacché è uno di quelli che partecipa entusiasta alla stagione venatoria che era da un pezzo nell’aria, ed è stata ufficialmente aperta dal fogliaccio post-nazista “La Repubblica”. (Chiusa parentesi.)

    Riconosco il pieno successo del primo degli strumenti tattici del nemico (che non è, direttamente, il coviddaro, essendo questo da una parte vittima, dall’altra arma politica), il “divide et impera”, che ha messo una parte della società contro l’altra; ma, si badi bene, non sono coloro che rifiutano il siero sperimentale che perseguitano i coviddari; bensì il contrario, sono questi ultimi a volere ad ogni costo punturare la minoranza avversa. Senza questa sterminata massa di manovra, oltre i due terzi, le élites non potrebbero procedere nel loro piano di annichilimento delle libertà naturali e costituzionali. “La caccia è aperta”, ce ne informa il fogliaccio ufficiale del Potere: che sa bene che senza l’assenso attivo o passivo della massa coviddarizzata non potrebbe opprimere chi resiste.
    Sono questi i termini reali della questione; al di là delle problematiche applicazioni della “caritas” ai disperati casi umani (?) generati dalla catastrofe in atto.

    Per finire, occorre chiarire che dire “covviddaro” è semplificare. In realtà, esiste tutta una scala di coviddarizzazione, definibile, più o meno, dalla quantità e qualità di adesione alla narrazione imposta dal Potere. Per cui, ad un estremo di questo spettro troviamo coloro per il quali la questione Covid ha assunto i caratteri e la funzione di una pseudo religione neopagana. In costoro si riconosce lo specifico zelo giacobino; quello che di volta in volta, mutando forma, si è incarnato in gruppi come la gioventù volontaria SS; oppure negli ossessi del credo rivoluzionario leninista. E poi, per gradi, passando per il caporalato, si arriva al coviddarino che alla fine non sa cosa pensare, che è confuso e terrorizzato; uno straccetto al vento, consumato dall’uragano della propaganda. Solo per costoro si potrebbe parlare di compassione, se non fosse che di solito la loro irrefrenabile petulanza toglie l’aria.

    Vediamo che succede. La vera battaglia si svolge molto dietro le quinte della cronaca, dove persino i grandi pupari sono solo paglia al vento.

    • Salvini si è fatto inoculare.
      Dichiaro pubblicamente di aver dato a me stesso dell’idiota per averlo votato. Un errore è sempre un errore, e a me per primo non faccio sconti. Per fare ammenda digiunerò.

      • Non è il buchino che fa la differenza, anche aver votato un Salvini che fosse no vax sarebbe in ogni caso stata una scelta scellerata. Vaccinato o meno, l’uomo rimane un politico poco affidabile..

  7. Alle reazioni piccatissime e noiose di certa gente che esce dal seminato persin in questo post in cui si dovrebbe parlare di altro vien da chiedersi che onte abbian subito da piccoli per ridursi tali. Ti citano senza citarti, ti dicono che non perdono tempo con te e ne perdono parecchio. Gente da crociata di tal risma ne ho conosciuta tanta e sembra fatta tutta con lo stesso stampino. Roba da psicologi, ma bravi-bravi. Amen

  8. Avete fatto caso che i non vaccinati non potranno pasteggiare al ristorante ma potranno andare a messa? Poteri clericali che resistono. E discoteche ancora chiuse.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.