La “Tavola Alta”

23

File:Exeter Dining Hall.JPG

La “Tavola Alta” della dining hall dell’Exeter College, Oxford.

La “Tavola Alta” dell’evoluzione, con questo termine Niles Eldredge indicava il luogo dove sono ammessi a parlare solo i professori, coloro che hanno i titoli per farlo.

 

E allora anche noi istituiamo una “Tavola Alta”.

 

Nel suo bellissimo libro “Ripensare Darwin.  Il dibattito alla tavola alta dell’evoluzione” del 1995, il paleontologo Niles Eldredge lamentava l’esclusione delle voci di dissenso all’interno del panorama scientifico sull’evoluzione. Per farlo proponeva la metafora della “Tavola  Alta”, cioè della tavola dove nelle mense delle università inglesi possono sedere solo i professori. Per Eldredge la situazione era proprio quella, chi non era d’accordo con la Sintesi moderna del darwinismo, anche se titolato a farlo, veniva escluso dal dibattito come se si fosse trattato di uno studente impertinente e anche un po’ presuntuoso.

E così, volendo parlare di evoluzione tra persone competenti, noi abbiamo pensato di istituire una nostra “Tavola Alta” che sarà ospitata nello spazio di Critica Scientifica.

Ma qualche differenza rispetto a quella delle università inglesi esiste, la nostra Tavola non nasce per escludere ma per accogliere. Mentre quella originale nasce per ospitare i discorsi dei professori che non vogliono essere disturbati da domande fastidiose, la nostra nasce come punto di ritrovo di quelli che essendosi accorti che “il Re è nudo”, non hanno voglia di stare a tessere le lodi di un “vestito” che tutti dicono di vedere ma che in realtà non c’è.

Si tratta di una Tavola Alta ma che non vuole essere “altezzosa”, che è “Alta” non perché ci si senta superiori, ma perché vuole essere visibile a tutti, di una Tavola che, avendo tra i suoi frequentatori due romani come il sottoscritto e Alessandro Giuliani, somiglia ad una di quelle tavolate all’aperto che si incontrano davanti alle trattorie nei vicoli trasteverini, ad uno di quei posti dove si parla tra amici ma si è pronti a rispondere alle obiezioni di qualcuno che passando di là si metta ad ascoltare.

Questa Tavola dunque è adesso disponibile, come abbiamo detto i convitati sono coloro che non vogliono limitarsi a ripetere che “il Re è nudo”, ma che vogliono iniziare a discutere di dare finalmente un vero vestito al “Re”, i discorsi che ospiterà saranno quindi dedicati ad iniziare a definire quali saranno le caratteristiche di quel vestito, si parlerà di quella che altre volte abbiamo definito la “pars construens” della teoria.

Con l’augurio che la tavolata diventi sempre più nutrita, e che i “passanti” incuriositi diventino sempre più numerosi.

.

 

 

Share.

About Author

Laureato in Biologia e in Farmacia, docente di scienze naturali Nel 2011 ha pubblicato "Inchiesta sul darwinismo", nel 2016 "L'ultimo uomo" e nel 2020 "Il Quarto Dominio".

23 commenti

  1. Alessandro Giuliani on

    Bè i contenuti sono ottimi e così l’impostazione metodologica, quanto alla vesta grafica, se devo dire la verità, la preferivo prima, qui a mio gusto c’è un pò troppo scuro (il blu su nero del titolo ‘critica scientifica’ lo trovo un pò lugubre e così i caratteri tipo film di fantascienza anni 70..), troppo nero, poi caratteri troppo piccoli dei messaggi di commento…
    Un abbraccio
    Sandro

  2. Tavola alta, tavola bassa…vabbe’…
    MA QUANNO SE MAGNA???
    😀

    P.S.: concordo col prof. Giuliani: i colori danno l’idea di una plancia elettronica di un film di fantascienza anni ’70.

  3. Nicola Terramagra on

    Ottima iniziativa, Professore. Sarà un’importante occasione di dialogo e di confronto, elementi fondamentali soprattutto quando si parla di Scienza.

    Saluti.
    Nicola

    • Buongiorno Nicola e benvenuto,
      mi fa piacere poter contare sul suo contributo.
      Come giustamente sottolinea sarà un’occasione di dialogo e confronto.

      La Tavola adesso c’è, le “sedie” sono disponibili, per il dialogo e il confronto bisogna però che su quelle sedie si segga qualcuno che vuole confrontarsi.
      E questo non dipende da noi.

  4. stò cò frati e zappo l'orto on

    Bellissima Iniziativa.
    Formidabile Idea.
    Ma vediamo chi si fermerà(con i requisiti previsti)alla Tavola Alta.